• Leggi il mio nuovo libro
    LEGGI IL MIO NUOVO LIBRO: Il Virus benefico. Aprirsi la strada per la libertà e la verità in un mondo di sopraffazioni e menzogne

    Acquista ora

  • Leggi il mio nuovo libro
    LEGGI IL MIO NUOVO LIBRO: Il Virus benefico. Aprirsi la strada per la libertà e la verità in un mondo di sopraffazioni e menzogne

    Acquista ora

  • Leggi il mio nuovo libro
    LEGGI IL MIO NUOVO LIBRO: Il Virus benefico. Aprirsi la strada per la libertà e la verità in un mondo di sopraffazioni e menzogne

    Acquista ora

  • Leggi il mio nuovo libro
    LEGGI IL MIO NUOVO LIBRO: Il Virus benefico. Aprirsi la strada per la libertà e la verità in un mondo di sopraffazioni e menzogne

    Acquista ora

Morte, lutto ed eternità

Lo spettacolo del mondo: sotto i riflettori della vita

Dadrim show

Federico ha scritto: È da qualche settimana che leggo questo blog e devo dire che vi trovo un po’ di conforto. Sto attraversando un momento tremendo. Ho subito un torto che ritengo profondamente ingiusto e dalle gravi conseguenze per la mia reputazione come professionista e padre. Vivo oppresso da una pesante sensazione d’aver perso ogni cosa, d’essere stato ingannato e abbandonato da tutti, d’aver perso la mia dignità… la mia stessa vita. Non so quanto riuscirò a resistere, ho paura di perdermi irrimediabilmente, di mollare. Non so cosa stia cercando dalle tue parole, forse solo un po’ d’onestà in cui ritrovare almeno un frammento di me e di speranza. Grazie.

Pier ha risposto: Caro Federico, per quanto il mondo possa farci a pezzi, se ci raccogliamo nello spazio più profondo della nostra Coscienza possiamo liberarci da qualsiasi paura, sofferenza o torto subito. Il centro più profondo della nostra Coscienza è come la nostra ombra. Mai ci può essere sottratto, mai ci può abbandonare, perché siamo noi, è la nostra stessa più vera essenza. Come può il fuoco perdere il suo calore o il cielo la sua vastità? È impossibile! Ma ciò che può accaderci, e che credo stia accadendo a te proprio ora, è la dimenticanza, l’oblio di ciò che sei a causa di un eccesso di sollecitazioni negative esterne. Tutto ciò accade quotidianamente, a molti di noi, per svariate ragioni. È comprensibile, è drammaticamente facile e comune viste le condizioni sociali e culturali in cui siamo costretti a muoverci. Ma la cosa più importante ora è che tu comprenda che puoi uscire da questo stato di profondo smarrimento. Libertà e pace sono come la nostra ombra, possono sfuggire alla nostra vista, possono esser dimenticate, proprio perché sono sempre con noi, “alle nostre spalle”, ma non possono essere perse realmente, irrimediabilmente. Questa “dimenticanza” succede più facilmente proprio quando i “potenti riflettori di quel grande palcoscenico che è il mondo” ci pongono, nostro malgrado, al centro dell’attenzione. Quando perdiamo una persona cara, quando veniamo profondamente traditi, truffati o persiano ingiustamente colpiti nelle parti più intime del nostro essere, può sembrare che gli occhi del mondo intero siano puntati su di noi, contro di noi, per umiliarci e annientarci.

Ma se qualcuno o qualcosa, proprio mentre viviamo questi tragici momenti riesce a scuoterci, richiamandoci a noi stessi, alla nostra essenza più vera, da quel sentirsi profondamente soli, traditi e abbandonati può nascere una grande opportunità. Infatti, quando iniziamo a sentirci soli e abbandonati significa anche che i “riflettori del mondo” si stanno allontanando da noi. Dopo esser stati feriti profondamente, dopo aver urlato e pianto sino a cadere esanimi sul "palco dell’assurdo teatrino improvvisato dal fato", ad un certo punto i riflettori si spengono e finalmente usciamo di scena. Il dolore a quel punto rimbomba e si muove nella nostra testa come fosse il suono delle confuse e gravi voci di un pubblico che abbandona pieno di scherno e insoddisfazione uno spettacolo. Ma proprio in questi momenti, se non ci abbandoniamo alla disperazione, se ci aggrappiamo con tenacia e fiducia alle parole di chi ci invita con forza a risvegliarci e rialzarci possiamo notare “l'ombra” della nostra dignità e della nostra Coscienza più vera espandersi sempre più tutto intorno a noi. Infatti, quando anche l'ultimo e più lontano riflettore del mondo si spegne, ogni cosa diviene solo notte e silenzio. E proprio in quel silenzio e quell’oscurità possiamo finalmente veder brillare e sentir cantare la più libera, profonda e serena dimensione della Coscienza, dove, se ci lasciamo sprofondare con fiducia, liberi dagli echi degli scherni e dal dolore che ci ha procurato il mondo, ogni sofferenza cessa, ogni paura si dissolve, ogni cosa ridiviene possibile e desiderabile.

Caro Federico, tu, come ognuno di noi, non puoi mollare la vita! Chi può mollare la sua “ombra”? Non cercare scorciatoie che non portano a nulla. Ascoltiamo con sempre maggior attenzione il canto che si nasconde nel silenzio, abituiamo con pazienza i nostri occhi alla luce che splende nel buio, perché ogni inferno, se percorso sino alla fine, conduce alle porte del paradiso. Cos’hai da perdere, cosa abbiamo tutti noi da perdere?

Fra non molto sarà la stessa vita che manderà a bussare alle nostre porte la sua unica e amata sorella gemella: la morte. Se il mondo ci ha sottratto ogni cosa, perché gettare anche l’ultima proprietà che ci rimane anzitempo, e cioè il nostro corpo? Invitiamo la morte a danzare con noi nel pieno della vita. Impariamo ad abbondonare quel potente “bisogno di possesso che ci possiede” pienamente freschi e giovani nel corpo e nella coscienza mantenendo il gusto e il piacere di amare e giocare con le cose e le persone. Solo così le due meravigliose e tremende sorelle si possono incontrare per fondersi in un'unico abbraccio. E quando questa rarità accade la loro riconoscenza e ricompensa sono immense: ci permettono infatti di entrare a far parte del loro amore senza tempo, di quel Ventre da cui tutto nasce e in cui tutto ritorna per rinnovarsi fra un soffio di vita e una pausa di morte.

 
A te vicino...
Pier

Tags: Aiuto psicologico, Equilibrio interiore, Pace della mente

Per inserire i commenti vai a fondo pagina

Commenti   

# LINUS 2018-02-24 15:25
Che sollievo!... e che meraviglia! Tu con le parole riesci a chiarire e rendere ovvie e semplici cose che io non riesco a districare dentro me. Ti ringrazio Pier!
Ps. A Federico auguro d trovare un po' di silenzio nella mente e nel cuore in modo che l Essenziale emerga...
Un abbraccio

PER INSERIRE COMMENTI DEVI ESSERE ISCRITTO.
TI RICORDIAMO CHE L'ISCRIZIONE E' GRATUITA!

Libri

Contengono alcune fra le risposte più significative del blog su amore, meditazione, realizzazione di sé, libertà dai condizionamenti.

Canzoni

Ascolta le nostre canzoni: un viaggio nel mondo delle emozioni e del pensiero umano alla ricerca del significato ultimo delle cose.

Iscriviti

Iscrizione gratuita e illimitata permette l'inserimento di commenti e la ricezione newsletter.