• Leggi il mio nuovo libro
    LEGGI IL MIO NUOVO LIBRO: Il Virus benefico. Aprirsi la strada per la libertà e la verità in un mondo di sopraffazioni e menzogne

    Acquista ora

  • Dadrim Copertina Originale
    LEGGI IL MIO NUOVO LIBRO: Il Virus benefico. Aprirsi la strada per la libertà e la verità in un mondo di sopraffazioni e menzogne

    Acquista ora

Mistici e maestri illuminati

Osho e Gurdjieff: "Il testimone e il Ricordo di sè"

OshoCiro ha scritto: Caro Pier, mi piacerebbe tanto sapere il tuo parere su questi due grandi pensatori, sulle loro affinità (secondo me tante, mascherate da una diversa forma espressiva), ed in particolare: "Il testimone interiore" di Osho, ed il "ricordo di sé" di Gurdjieff sono secondo te la stessa cosa? Un abbraccio!

Pier ha risposto: Ciao Ciro, ti riporto direttamente alcune parole di Osho estremamente significative:

“L’osservatore e l’osservato sono due aspetti del testimone. Quando scompaiono l’uno nell’altro, quando si fondono l’uno nell’altro, quando si uniscono – per la prima volta il testimone affiora nella sua totalità. …l’osservatore non è il testimone: né è solo una parte. E quando la parte pensa di essere l’intero, sorge l’errore. L’osservatore indica il soggetto, l’osservato indica l’oggetto. L’osservatore significa ciò che è esterno all’osservato e l’osservato significa anche ciò che è all’interno. L interno e l’esterno non possono essere separati, sono uniti e possono essere solo uniti. Quando sperimenti questa unione, o meglio l’unità, in te affiora il testimone. Non puoi esercitarti a fare il testimone. Se lo fai, ti eserciti solo a fare l’osservatore, e l’osservatore non è il testimone. Allora cosa dovresti fare? Dovresti scioglierti, dovresti fonderti,. Guardando una rosa, dimentica totalmente che un oggetto è visto e un soggetto la vede. Lasciati inondare dalla bellezza e dalla benedizione del momento, così tu e la rosa non sarete più separati – diventerete un unico ritmo, un canto, un’estasi”.

(OSHO, Il libro della consapevolezza, Edizioni del Cigno, Giugno 2001, p. 25-26)

Il ricordo di sé di Gurdjieff va comparato più alla pratica dell’osservazione che al testimone di Osho. Il testimone di Osho è comparabile alla realizzazione del Sé. Quindi abbiamo “ricordo di sé” come “osservazione” e “il testimone” come “realizzazione del sé”.

Un caro saluto,
Pier
 

Tags: Maestri spirituali

Per inserire i commenti vai a fondo pagina

Commenti   

# Vanna 2009-10-01 12:14
Per me Osho è un grande Maestro, il libro che più mi è piaciuto è
"Liberi di Essere", potete consigliarmi qualche altra lettura Grazie Vanna
# Federico 2009-10-03 11:20
IO ho trovato stupendi questi libri di Osho:
- Tantra la comprensione suprema
- Con te e senza di te
- Una vertigine chiamata vita
- Bagliori di un'infanzia d'orata
- Il libro del nulla
- I figli una nuova visione
- La magia del semplice
- Il libro arancione
- La meditazione

con affetto ...
Fede
# tiziana 2010-10-14 04:10
prova a leggere "la dottrina suprema" e "la via delle nuvole bianche" sono libri di Osho molto profondi direi un farmaco per l'anima. buona lettura.
+1 # giuseppe 2010-12-09 03:34
il ricordo del se' e' concettuale di un nostro modo di essere conseguente alle nostre convinzioni psicoemozionali una falsa personalita' che si sovrappone al nostro essere superiore e che,se alimentato inconsapevolmen te assume la direzione della nostra vita impedendoci di credere in un nostro proprio io superiore non affetto da condizione karmica e libero di cambiare il proprio modello imbrigliato da cultura,retaggi ed autocondizionam enti.

PER INSERIRE COMMENTI DEVI ESSERE ISCRITTO.
TI RICORDIAMO CHE L'ISCRIZIONE E' GRATUITA!

Libri

Contengono alcune fra le risposte più significative del blog su amore, meditazione, realizzazione di sé, libertà dai condizionamenti.

Canzoni

Ascolta le nostre canzoni: un viaggio nel mondo delle emozioni e del pensiero umano alla ricerca del significato ultimo delle cose.

Iscriviti

Iscrizione gratuita e illimitata permette l'inserimento di commenti e la ricezione newsletter.