• Tramontobastia
  • Ragazze Danubio
  • Orologio Rovescio
  • Uomo Del Mare

Video del blog di Dadrim

Il deserto del cuore

Steve McCurry

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto di Steve McCurry

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO DELLA CANZONE "IL DESERTO DEL CUORE"

Lei piange da sola senza vestiti,

ma ancora, sai, non conosce il mondo.

Sono io che vedo, sono io la coscienza,

sono io che provo l’umiliazione per l’uomo.

Con un soldo fermo il tuo lamento,

ma il deserto del cuore non ha un valore.

Ho cercato, ho guardato, ho pensato a lungo,

ho ascoltato saccenti ignoranti e sapienti,

ma ho trovato soltanto una cosa comune,

che chiamo se vuoi “il deserto del cuore”.

Lei piange da sola senza vestiti

perché, sì, tu lo sai, sei furbo nel mondo!

Le tuo cose, il tuo nome, i tuoi soldi in banca,

quanto godiamo la miseri d’altri…

Per inserire i commenti vai a fondo pagina

Commenti   

# adelaide 2012-09-04 07:31
Mi imbarazzo,mi vergogno,(di me stessa) pure a commentare,oltr e che vedere,tutti conflitti, i dolori,le bramosie,i disagi e i deserti del cuore dell'umanita',s ono racchiusi in queste immagini.Il riassunto e la sostanza di cio' che siamo,pensiamo, facciamo,diveng ono questa orrenda realta',che tu,Dadrim,ci porgi come amaro calice per la prima colazione.Ma come siamo soliti fare,di fronte a queste realta',ormai tristemente abituali,per quanto atroci,andremo avanti per le nostre faccende,donere mo i due euro di solidarieta',pe r permettere alla coscienza di tacere,e farne compromesso per continuare le nostre tribolanti vite.Perche' nessuno e' disposto a cambiare i propri programmi,la propria comoda vita,e neanche la propria coscienza.Come si potrebbe cominciare a imparare?Come potrei io,misera, povera,(interio rmente) e sconosciuta a me stessa,trovare il modo di aiutare gli altri cosi' come vorrei farlo per me,perche' sento che tutti gli altri sono sempre io stessa?E' tanto tempo che questo pensiero e' in me,ma non riesco a comprenderlo a fondo,farlo evolvere,quali sono le resistenze che mi fanno pensare di non poter attingere al potenziale Divino che c'e' dentro ognuno di noi?E il disagio si fa doppio,se non sono capace di comprendere me stessa,come posso farlo con gli altri? Se non ho comprensione per le mie cose,qualunque gesto o buon proposito risulta falso,forzato,d overoso,ma non e' sicuramente autentico,senti to,intimamente coinvolgente, e credo che,con queste premesse,non e' un bene quello che farei agli altri,ma un mero inganno,buono solo per aggiungere ancora sabbia nel deserto..
# matrice 2012-09-04 11:25
io credo che la crisi che c'è in questo periodo dia una bella regolata a tutti sopratutto nei consumi.Il male e il dolore non sono necessari in generale.ma in questo caso date le circostanze è ne............. .....!!!!!Un opuscolo che mi mando il wwf nel lontano 1992 diceva che il consumo all'anno per ettaro in risorse di un abitante dell'india era pari a 0,3 ettari per cittadino.Quell o italiano 3,4 e l'americano 7,8.saranno forse le sorpresine delle merendine kinder che fanno la differenza tra noi e l'indiano?ciao
M
# matrice 2012-09-04 11:36
la cosa piu terribile da combattere è L'IGNORANZA e L'IRRESPONSABILITA!!!!!!!!!!!!!!
AH! ma le persone lo sanno che quello che semini raccogli?Se semino pomodor non raccolgo banane.Molti credono che dopo che muoiono andranno da qualche parte in paradiso vero?SBAGLIATO! !!!TORNERAI QUI INCONSAPEVOLE DI CHI ERI PRIMA e magari ritornerai qui non come umano.Se inquino me lo ritrovo qui la prossima vita.Perche se ignorante e irresponsabile sei chi mai ti vuole in paradiso?
# iliono 2012-09-04 22:03
ciao matrice allora secondo te esiste il male e il bene e esiste la reincarnazione e si ritorna inconsapevoli del male fatto e del bene fatto che ne sarà
ciao
# adelaide 2012-09-04 12:25
Secondo me non e' questione di andare o tornare,come o dove,e neanche di consumi o mancanze di risorse,perche' se ci facciamo caso Madre Nature sa badare a se stessa,sa rinnovarsi,sa mantenersi,difa tti c'e' oggi la stessa precisa quantita' di acqua che c'era milioni di anni fa nonostante gli umani siano diventati miliardi e distruttivi,sce llerati,la stessa aria,le stesse risorse naturali,.il problema e' che tutti questi miracoli e doni di Madre Terra non sono equamente distibuiti,o accessibili a tutti, perche' l'uomo ha cominciato a voler possedere anche le terre,le miniere,le spiagge,i boschi,tutto cio' che la Natura ha fatto in abbondanza per soddisfare i bisogni di tutti e' stato privatizzato,di venuto mio,divenuto tuo,divenuto dei piu' furbi, e i deboli stanno a guardare e patire la fame e le guerre per accaparrarsi un pezzo di terra,la stessa che basterebbe a sfamare e far vivere dignitosamente il popolo.Ragazzi, ma non vediamo l'assurdita',il paradosso,di tutto cio'?Siamo tutti a pieno titolo figli della terra,ed essa e' per e di tutti noi,non di un manipolo di mascalzoni,Sinc eramente,profon damente,non capisco chi, come e perche' si siano formate tutte queste divisioni,in ogni ambito della nostra vita,non facciamo altro che aumentare i divari,le diseguaglianze, e in ugual misura i nostri ego e le nostre pochezze interiori,con l'appartenenza ad una nazione,paese,c itta'.Non ci rendiamo conto che noi non apparteniamo a niente,e niente puo' appartenerci,se non temporaneamente ,illusoriamente ,creando sofferenze e dolori.E poi piangiamo e imprechiamo quando Madre Terra si ribella,ci richiama a dovere,quando siamo costretti a dare un amaro contributo in vite umane.Ma siamo sempre piu' impavidi,acceca ti dalla bramosia di possedere,anche nel nostro piccolo,nel nostro modesto contesto sociale,su piccola scala riproduciamo le ambizioni,i possessi,e tutto cio' che crea separazione e miseria.
# mirtillo 2012-09-07 17:55
Ciao sono Silvana :-) , mi sono iscritta da poco al blog, anni fa avevo deciso di fare un viaggio nei meandri della mia mente, ma c'era molta nebbia, così decisi di seguire un'alimentazion e naturale. Incominciai a ripulire le mie cantine piene di cose che non mi appartenevano. Il deserto nel cuore, molto bella, è vero c'è tanto deserto e buio nel nostro giardino che bisognerebbe rinvigorirlo annaffiandolo con la luce
dell'amore, per poter illuminare chi brancola nel buio. Siamo tutti sotto la dittatura.....i signori della guerra... tutto studiato a tavolino... questo scempio gratuito...perc hè tutti noi siamo sordi...ci commuoviamo a distanza, ma non rinunciamo alle nostre comodità e manteniamo le multinazionali e le banche in vita.. che gestiscono i governi. Grazie per la cortese attenzione alla prossima :-)

PER INSERIRE COMMENTI DEVI ESSERE ISCRITTO O ABBONATO.
TI RICORDIAMO CHE L'ISCRIZIONE E' GRATUITA!

Libri

Contengono alcune fra le risposte più significative del blog su amore, meditazione, realizzazione di sé, libertà dai condizionamenti.

Canzoni

Ascolta le nostre canzoni: un viaggio nel mondo delle emozioni e del pensiero umano alla ricerca del significato ultimo delle cose.

Iscriviti

Iscrizione gratuita e illimitata permette l'inserimento di commenti e la ricezione newsletter.