• Tramontobastia
  • Ragazze Danubio
  • Orologio Rovescio
  • Uomo Del Mare

Spiritualità

Liberi di non essere liberi

Dadrim Natale 2016

Qualcuno ha chiesto: Tu credi che “libertà” possa essere anche vivere qualunque condizione di apparente mancanza di libertà esterna con estrema e quieta libertà interiore?

Pier ha risposto: Non è che “credo possa anche essere”, questa “È” la prima ed ultima libertà (parafrasando qualcuno). L’unica vera quiete interiore è solo quella che non dipende dalle cose del mondo e che pertanto risulta inattaccabile dal continuo mutamento degli eventi esterni. In questo periodo credo proprio che ve ne sia un gran bisogno!

Questo però non significa, come molti fraintendono, che qualora dovessi trovarmi a vivere una situazione esterna mortificante o più semplicemente avversa al mio sano desiderio di vivere sognando e realizzando cose sempre nuove e più belle non mi prodigherò anima e corpo per superare ogni ostacolo e conseguire una vita esteriore più degna e pregna. Significa che vivrò e agirò partendo da una mente e un cuore quieti e centrati, e proprio per questo ogni mia lotta e ogni mio sforzo saranno massimamente lucidi, forti e per questo proficui.

Sino a quando si sarà in questo corpo la vita esteriore non potrà che presentarsi attraverso sfide sempre nuove, più o meno grandi. È la sua peculiarità, la sua bellezza, spesso la sua ferocia, che abbiamo desiderato e voluto anche se spesso non lo comprendiamo o codardamente lo rifiutiamo quando le cose si mettono al peggio. V’è chi affronta questo viaggio interiormente travolto da paure e desideri contraddittori. V’è chi lo affronta quieto e sobrio perché è divenuto libero dall’ossessione del risultato, capace di modificare ciò che gli è possibile e di accettare ciò che è momentaneamente inalterabile. Dico momentaneamente giacché nulla durerà per sempre, né le cose che amiamo, né ciò che odiamo. Nella più duratura delle condizioni sarà la morte a liberarci dal dolore o a privarci del piacere.

Invero ciò che ci portiamo sempre appresso è proprio lo stato interiore attraverso cui affrontiamo le cose poiché questo è espressione della nostra consapevolezza, l’unica “cosa” che ci appartiene realmente. Ne consegue che solo chi “cura” la propria consapevolezza “scopre” ciò che è senza tempo.. senza morte...

Un caro abbraccio e buon Natale a tutti gli amici del blog!
Pier

Tags: Ricerca della felicità, Equilibrio interiore, Pace della mente

Per inserire i commenti vai a fondo pagina

Commenti   

# Giorgio 59 2016-12-22 06:38
Nulla da aggiungere,al massimo un sorriso dal cuore e dal cielo,cosi sia...

mandi,mandi...Pier

PER INSERIRE COMMENTI DEVI ESSERE ISCRITTO O ABBONATO.
TI RICORDIAMO CHE L'ISCRIZIONE E' GRATUITA!

Libri

Contengono alcune fra le risposte più significative del blog su amore, meditazione, realizzazione di sé, libertà dai condizionamenti.

Canzoni

Ascolta le nostre canzoni: un viaggio nel mondo delle emozioni e del pensiero umano alla ricerca del significato ultimo delle cose.

Iscriviti

Iscrizione gratuita e illimitata permette l'inserimento di commenti e la ricezione newsletter.