• Tramontobastia
  • Ragazze Danubio
  • Orologio Rovescio
  • Uomo Del Mare

Spiritualità

Un abisso da colmare

Adelaide ha scritto: Uno come te, che ha fatto e sta facendo tutto quel che può (parole tue) per trascendere la mente e i suoi condizionamenti, perché lo fa? Cioè, perché stai cercando volutamente e anzitempo le condizioni del risveglio, se come tu stesso hai spesso sostenuto, e come molti maestri affermano, il risveglio accade inevitabilmente. Si dice sia lo stato naturale della coscienza, uno stato inevitabile, a cui tutti, prima o poi, torneremo. Perché affannarsi tanto allora? Non ti basta fare ciò che hai sempre suggerito, e cioè vivere con sensibilità e cura, punto e basta? Insomma, le cose vengono da sé o dobbiamo coinvolgerci sempre più in una dura ricerca esistenziale?

Pier ha risposto: Cosa resta da fare ad una persona che ha compreso di vivere rinchiusa in una prigione immaginaria se non tentare di spezzare l’inganno? Sì, in un certo senso è vero che la nostra natura interiore è destinata al risveglio, ne sono convinto, ma ciò non significa che il risveglio possa accadere senza un’intesa, seria e totale indagine personale. C’è chi dalla lettura dei grandi maestri spirituali trae la conclusione che tutto accade da sé e pertanto non v’è nulla da fare. Questa lettura è la sintesi che ricava chi non è ancora pronto a cambiare e impegnarsi. L’essenza del risveglio è l’abbandono delle illusioni, dei condizionamenti e delle difese, ma quanta fatica e coraggio sono necessari per essere pronti ad un siffatto gesto? Potremmo dire che l’abbandono è il risultato del massimo impegno e che la morte dell’ego è la conseguenza del massimo sforzo che l’ego compie per scovare vera felicità e amore. Mi chiedi se non mi basti fare ciò che ho sempre fatto, e cioè cercare di vivere con buon senso, sensibilità e consapevolezza? Come tu stessa concludi, questo vivere, essendo fatto di una semplicità estrema, per potersi realizzare andando oltre le contorte trame dell’egoismo, richiede una costante vigilanza e una riaffermazione della motivazione sempre nuova. Entrare sempre più nel presente, riuscendo a “sgusciare fuori dalla pelle di serpente delle memorie condizionanti del passato” è un percorso intenso e a volte faticoso. Ma si può evitare?

Tutto verrà a tempo debito, ne sono certo, ma sino a quando non si sente che da parte nostra non v’è più nulla che si possa fare e ricercare, non ci si può crogiolare nell’idea che le cose accadono da sé. Il naturale accadere delle cose comprende necessariamente anche il naturale sforzo e dolore che noi tutti dobbiamo attraversare per emanciparci dall’inconsapevolezza.

 
Un caro abbraccio,
Pier

Tags: Equilibrio interiore, Pace della mente

Per inserire i commenti vai a fondo pagina

PER INSERIRE COMMENTI DEVI ESSERE ISCRITTO O ABBONATO.
TI RICORDIAMO CHE L'ISCRIZIONE E' GRATUITA!

Libri

Contengono alcune fra le risposte più significative del blog su amore, meditazione, realizzazione di sé, libertà dai condizionamenti.

Canzoni

Ascolta le nostre canzoni: un viaggio nel mondo delle emozioni e del pensiero umano alla ricerca del significato ultimo delle cose.

Iscriviti

Iscrizione gratuita e illimitata permette l'inserimento di commenti e la ricezione newsletter.