• Tramontobastia
  • Ragazze Danubio
  • Orologio Rovescio
  • Uomo Del Mare

11 settembre: il tutto e le parti

attentato torri gemelleFrancesco ha scritto: Decifrando la data 11 settembre 2001, giorno tristemente ricordato per l'attentato all'America, ho ottenuto la parola Shiva divinità induista dai molti aspetti, uno su tutti Rudra, lo spietato dio che dissemina distruzione. Cosa ne pensa? 

Pier ha risposto: Caro Francesco, non so quale sistema di decifrazione tu abbia usato, ma non fa alcuna differenza, perché il punto sta unicamente in ciò che cerchiamo, in ciò che vogliamo vedere o trovare. La vita è un fenomeno sconfinato all’interno del quale ogni entità è connessa. Il nostro pensiero, essendo un fenomeno di frammentazione della realtà, non è in grado di cogliere l’unita, ma unicamente una certa serie di connessioni. Ora, quando osserviamo qualcosa, e il nostro pensiero cerca in quel qualcosa un significato che vive unicamente dentro di noi, ovviamente lo troverà poiché le possibili connessioni che la vita ci offre sono infinite. Questo però non significa certo che un elemento “x” è univocamente connesso ad un elemento “y”. Poiché “x” è connesso ad infiniti elementi ed “y” è altrettanto connesso a infiniti elementi, è possibile sostenere che “x” e “y” hanno una relazione, ma il punto sta nel capire perché noi diamo particolare importanza proprio a quella relazione, quando le relazioni attive sono infinite. Anni fa entrai in un concessionario e vidi una bella macchina usata. Non l’avevo mai vista prima, ero convinto che in giro per le strade non ve ne fossero molte. La comprai, e non appena uscii in strada inizia a vederne ovunque. Sembrava che tutti, quel giorno, avessero comprato la mia stessa macchina. Ovviamente questo non era possibile, quindi cos’era successo? Un cambiamento della focalizzazione della mia attenzione. Il nostro desidero cambia la nostra percezione del mondo, anche se il mondo nella sua totalità rimane sempre uguale. Prima di decidere che quella macchina sarebbe stata mia non l’avevo mai notata, ma poi il mio sguardo vedeva il “mio” in ogni luogo. È lo stesso motivo per cui si è sempre gelosi della propria ragazza, ma quasi mai delle proprie ex o delle belle donne, almeno sino a quando non si decide di pensarle come “nostre”. In qualche modo hai visto una connessione fra l’undici settembre e tal “Shiva”, ma l’undici settembre e “Shiva” sono ovviamente connessi a infiniti altri elementi. E allora dove sta il punto? Le connessioni parziali sono sempre fenomeni che nascono dal “mio”, dal “nostro”, dall’io, ma ciò che è parziale ha significato unicamente per chi vive confinato in quella fetta di realtà. L’unica relazione che mi interessa è quella con il Tutto, poiché quando questa è realizzata ogni altra trova il suo giusto significato, mai prima!

Un caro saluto,
Dadrim

Tags: Riflessioni sulla vita

Per inserire i commenti vai a fondo pagina

PER INSERIRE COMMENTI DEVI ESSERE ISCRITTO O ABBONATO.
TI RICORDIAMO CHE L'ISCRIZIONE E' GRATUITA!

Libri

Contengono alcune fra le risposte più significative del blog su amore, meditazione, realizzazione di sé, libertà dai condizionamenti.

Canzoni

Ascolta le nostre canzoni: un viaggio nel mondo delle emozioni e del pensiero umano alla ricerca del significato ultimo delle cose.

Iscriviti

Iscrizione gratuita e illimitata permette l'inserimento di commenti e la ricezione newsletter.