• Tramontobastia
  • Ragazze Danubio
  • Orologio Rovescio
  • Uomo Del Mare

Religioni, etica e morale

Sul peccato originale

Marco ha scritto: Ho trovato questo blog per caso e mi ha molto attratto per i temi trattati e le risposte fornite. Avrei piacere che esponessi il tuo pensiero circa le conseguenze del peccato originale. Ti ringrazio per l'attenzione e ti faccio i migliori auguri.

Pier ha risposto: Gentile Marco, se desideri approfondire la lettura dei miei scritti troverai molte risposte inerenti questo tema. Se dopo un eventuale approfondimento sentissi il desiderio di un ulteriore confronto non esitare a scrivermi. Ti suggerisco in particolare modo questo articolo: "Adamo ed Eva rappresentano la storia di tutti noi".

Un cordiale saluto,
Pier
 
 

Tags: Riflessioni sulla vita, Crisi spirituale

Per inserire i commenti vai a fondo pagina

Commenti   

# adelaide 2013-03-07 09:22
E sempre cosi affascinante la storia di Adamo ed Eva,il serpente..Lucif ero..ma anche triste,per me.
Se penso quanta sofferenza mi ha dato da bambina,a quante cose ho creduto,o mi hanno fatto credere,
Ho vissuto dalle suore fino ai 14 anni,a sfido chiunque a uscirne indenni a senza condizionamenti.
Praticamente io conoscevo (senza capire) solo la Punizione e il Peccato,perche' ogni peccato era un figlio di quello originale,
non so che gravi peccati potevo commettere a 5 o 10 anni,tenuto conto che in un collegio non c'e' modo di farne tanti...
Cmq,c'era sempre dietro un angolo buio un Lucifero che avrebbe potuto acciuffarmi e la suora che minacciava di sbattermi li'.
Be',vecchie storie,intanto, da allora ne ho tirate giu' parecchie..mele dagli alberi..e lacrime dagli occhi..
Oggi quel che mi consta e' che non so niente,forse non c'e' nulla da capire,siamo qui',ed io non vedo un senso,ne' un perche' ne' un per come,ma ci siamo,e ci siamo anche se qualcun'altro (?) l'ha deciso per noi.
E se invece non fossimo?
Secondo me l'unica cosa degna di essere fatta,concreta e reale e logica,visto che ci siamo volenti o nolenti,e' fare un percorso di vita a ritroso,ritorna re dove siamo venuti ,ma con consapevolezza, tanto ci torneremo lo stesso.
Ma da dove siamo venuti? Puo' servire a qualcosa saperlo? Per me non esiste neanche un luogo..ma il luogo puo' essere uno stato.Ecco,cosi mi suona meglio (assenso).
Come credo che siamo, tutti e ogni cosa, solo una manifestazione materiale e transitoria di una Intelligenza Assoluta,che poi sia Divina,non so..Manifestazi one che abbiamo creato noi stessi al momento del distacco della nostra Coscienza Originaria con l'Intelligenza. (cacciata dall'Eden) Ora,se tanto mi da' tanto,come puo' la mia Coscienza Originaria tornare alla Madre o al Padre che dir si voglia?
Non certo in queste spoglie..Ma spogliandosi pian piano..Espletan do,esperendo,vi vendo, consumando,con consapevolezza tutti i santissimi stati con cui i nostri 5 sensi ci fanno sentire,,vivi.E cco,quando tutto e' stato vissuto fin nelle sue viscere e trasceso,si puo' dire di essere tornati Coscienza Originaria,non piu' corpo/pensieri/ conflitti,ma figli legittimi e un tutt'uno con l'Intelligenza Assoluta.
Chi ha capito cosa?
# Fabio23 2013-03-07 13:05
Io ti direi, Marco, di lasciar perdere quello che dice la chiesa e di scoprire tu stesso se esista un vero peccato e quale esso possa essere.. Eckhart Tolle ad esempio spiega che la parola "peccato", tradotta letteralmente dal greco antico in cui fu scritto il nuovo testamento, significa mancare l'obiettivo, come un arciere che manca il bersaglio, e quindi peccare significherebbe "mancare il punto dell'esistenza umana". Quindi l'unico modo che abbiamo per "peccare" anche dal mio punto di vista è quello di non conoscere noi stessi, di non essere noi stessi, liberi e felici come dovremmo essere naturalmente. Non c'è nessuno a punirci, se non noi stessi che ci facciamo del male da soli, raccogliendo ciò che inconsapevolmen te seminiamo.
+1 # adelaide 2013-03-07 17:42
Sono assolutamente d'accordo con te Fabio,anch'io leggo Eckhart Tolle grande maestro spirituale moderno.
Ci vorrebbe uno come lui a tradurre o spiegare il vero senso e insegnamento di tutti i libri sacri,a cominciare dalla Bibbia,meravigl iosa,che e' il piu' famoso e piu' letto,e sul quale la chiesa ha riversato fiumi di letame per piantarci dentro i semi della paura,della discordia,del peccato inteso nella sua forma piu' avvilente e aberrante.Ma la cosa piu' assurda di tutte e' che e' riuscita a convincere miliardi di persone,non solo che vivono costantemente nel "peccato",ma anche nell'aldila,nel paradiso,nel'in ferno,nel padreterno castigatore e parziale,ecc,ec c,.Hai ragione,il peccato piu' grande e' quello di non conoscere noi stessi,ricerca cui ci invitano da sempre tutti Maestri e libri sacri,e che tutti,ognuno a suo modo,hanno un solo comune fine e direzione:Il ritorno all'Origine,all a Fonte,da cui tutto parte e alla quale tutto torna.Questo per me e' il peccato originale,esser ci allontanati dall'origine,da lla nostra innocenza,esser ci persi.
Ma come si fa si' che le persone "religiose",que lle,per intenderci,che credono ancora con convinzione alle favole che racconta il parroco,possano comprendere? Chi e' disposto o ha coraggio di abbandonare le certezze di una vita,anche se non sono le proprie,ma proprio per questa delega,se ne stanno tranquille? Quanti hanno voglia di intraprendere il viaggio piu' affascinante,pi u' esaltante,ma al contempo piu' incerto,che e' la ricerca di se'?Questo e' vivere nel peccato..Dalla colpa di non voler sperimentare,na scono i "peccati",e non c'e' nessun dio a punirci,dici giusto,lo facciamo gia' abbastanza bene da soli,siamo peccato,peccato re,punizione o liberta'.Peccat i a yo'yo'..
# pamitrano 2013-03-07 18:35
E' vero quel che dice Fabio 23, difatti anche Nisargadatta che per certi versi era un indiano abbastanza occidentalizzat o, riteneva "peccato"..occa sione persa di aggancare il Divino, quindi di non realizzare la nostra essenza. Proprio in una recente intervista Eckart Tolle dichiarava di voler scrivere un libro su Gesu' atto a chiarire le tante errate interpretazioni del Vangelo.
# Fabio23 2013-03-08 10:45
Davvero?? Non sapevo di questo libro che vuole scrivere.. grande!! Sarà sicuramente una "bomba" positiva sganciata in questo mare di inconsapevolezz a ed ignoranza riguardo alla figura di Gesù.. Hai ragione Adelaide, la chiesa e altre forme di potere e ignoranza hanno riversato tanto "letame" sui quei veri e bellissimi insegnamenti originari che provengono da ogni religione o saggezza all'origine.. ma per fortuna la Verità è troppo potente per rimanere nascosta, e piano piano tutto sta rivenendo fuori, a galla..

PER INSERIRE COMMENTI DEVI ESSERE ISCRITTO O ABBONATO.
TI RICORDIAMO CHE L'ISCRIZIONE E' GRATUITA!

Libri

Contengono alcune fra le risposte più significative del blog su amore, meditazione, realizzazione di sé, libertà dai condizionamenti.

Canzoni

Ascolta le nostre canzoni: un viaggio nel mondo delle emozioni e del pensiero umano alla ricerca del significato ultimo delle cose.

Iscriviti

Iscrizione gratuita e illimitata permette l'inserimento di commenti e la ricezione newsletter.