• Tramontobastia
  • Ragazze Danubio
  • Orologio Rovescio
  • Uomo Del Mare

Lettere e messaggi

L'anno che verrà

Un'amica, che ringrazio infinitamente, mi ha mandato questo augurio per il nuovo anno. A voi tutti, amici e passanti di questo spazio di condivisione, porgo i medesimi auguri. Cosa si potrebbe augurare di meglio?

<<Caro Pier, un augurio grandissimo per un anno ricco di opportunità, una sempre più colma ricchezza interiore e "riconoscimenti". Per l'occasione è mio piacere omaggiarti di alcuni passaggi estratti dal libro "Un corso in Miracoli", rielaborati in modo tale da renderli come una lettura unica, nella quale esterno il mio pensiero e visione, credo da te condivisi. “Bambino di Amore Eterno, quale dono c’è che tuo Padre vuole da te se non te stesso? E cosa c’è che preferiresti offrire, perché cosa c’è che preferiresti avere? Quali doni insignificanti fatti di morsi di nulla, paura malata e di malvagi sogni di sofferenza e morte puoi voler realmente sostituire al ricordo di Cristo in te? Non c'è niente di Lui  che tu non possa raggiungere perché Egli non ha niente che non venga da Dio, come te. La differenza fra di voi ora è che Egli non ha nient’altro, e questo Lo lascia in uno stato che in te è solo potenziale.
Sono tutte le illusioni di specialezza che tu hai e che Lui non ha, che ti tengono separato da lui, gli uni dagli altri e dal nostro Sé, avendo scelto la “minuscola folle idea" di separazione. Non dimenticare che una volta cominciato questo viaggio, la fine è certa. I dubbi lungo il cammino verranno e andranno, e andranno per tornare nuovamente. Tuttavia la fine è sicura. Nessuno può non riuscire a fare ciò che Dio gli ha assegnato. Quando ti dimentichi, ricordati che cammini con Lui e con la Sua Parola nel tuo cuore. Chi può disperarsi quando ha una Speranza come questa? Illusioni di disperazione sembreranno assalirti, ma impara a non lasciarti ingannare da esse. Dietro ognuna di esse c'è la realtà e c'è Dio. Se il cammino sembra lungo, sii contento. Tu hai deciso la direzione che vuoi prendere. Cos'altro ti è stato chiesto? E, avendo fatto ciò che era richiesto, Dio ti negherà forse il resto? Non aspettare il Cielo, l’illuminazione non è che un riconoscimento, non è affatto un cambiamento. La luce non è del mondo, ma tu che porti la luce in te sei anche tu alieno qui. La luce è venuta con te dalla tua dimora natia, ed è rimasta con te perché è tua. È la sola cosa che porti con te da Colui Che è la tua Fonte. Risplende in te perché illumina la tua dimora, e ti riconduce là da dove è venuta e dove tu sei a casa”.>>

 

Tags: Ricerca della felicità

Per inserire i commenti vai a fondo pagina

Commenti   

# nicola 2016-01-16 18:27
Una parola e poco,due sono troppe...grazie per la condivisione,bu ona vita a tutti

PER INSERIRE COMMENTI DEVI ESSERE ISCRITTO O ABBONATO.
TI RICORDIAMO CHE L'ISCRIZIONE E' GRATUITA!

Libri

Contengono alcune fra le risposte più significative del blog su amore, meditazione, realizzazione di sé, libertà dai condizionamenti.

Canzoni

Ascolta le nostre canzoni: un viaggio nel mondo delle emozioni e del pensiero umano alla ricerca del significato ultimo delle cose.

Iscriviti

Iscrizione gratuita e illimitata permette l'inserimento di commenti e la ricezione newsletter.