• Tramontobastia
  • Ragazze Danubio
  • Orologio Rovescio
  • Uomo Del Mare

Lettere e messaggi

Un nuovo viaggio

Cristina ha scritto: Ciao Pier, sono Cristiana. Ti scrivo solo per metterti a conoscenza di una decisione importante: all'età di 39 anni sto per lasciare il mio posto di lavoro di programmatrice con contratto a tempo indeterminato per iniziare un corso di tecnico di ludoteca. Un po' di dubbi e di paura per il futuro non nego di averli, anche perché in passato ho varie volte provato a cambiare ma sempre con esiti negativi. Non sono una che si scoraggia facilmente e così ogni tanto ci riprovo...

Non so, forse perché sono giunta alla soglia dei 40, ma l'insofferenza per il mio lavoro mi pesa ogni giorno di più. Non nego di aver avuto nel tempo alcune soddisfazioni e vantaggi oltre ad alcune scelte importanti che ho fatto in funzione di questo lavoro e di cui non mi pento. Sicuramente nel bene e nel male è una parte di me che ora mi accingo a lasciare e un po' mi dispiace. Ti saluto e grazie ancora per tutte le risposte che mi hai dato in questo periodo.
Cristiana

Precedenti condivisioni con Cristina:

Doroghe, videogiochi e TV: un mondo per i nostri figli

Pier: Grazie a te!

Un caro saluto,
Pier
 
 

Tags: Ricerca della felicità

Per inserire i commenti vai a fondo pagina

Commenti   

# adelaide 2011-09-29 15:25
Cara Cristina,e' con gioia che ti faccio infiniti auguri,e complimenti,non solo per aver seguito la voce del tuo cuore,ma sopratutto per il coraggio e risolutezza.ti sei affidata alle onde della vita e sono sicura che l'Universo si muovera' verso di te! Vorrei poter scrivere anch'io le tue stesse identiche parole,ma non ho il tuo coraggio,sono troppo combattuta anche se so per certo che sarei sostenuta dal Cielo.Sono i MA che mi affossano,perch e' eventuali mie scelte,licenzia rmi,coinvolgere bbero la mia famiglia che dipende economicamente da me,come pagherei l'affitto,le spese ecc.e con quali mezzi affronterei l'immediato futuro?E se andasse male mi ritroverei nelle merda totale e piena di debiti.Se fossi sola non avrei esitazioni,ma sento il dovere morale di rispettare delle responsabilita' di scelte fatte in passato.E altra cosa non da poco io di anni ne ho 56,anche se me ne sento quanto i tuoi..Mi dai un tuo parere?una dritta? la tua e' stata una scelta maturata o hai sentito d'improvviso che era giunto il momento giusto?Eri carica o impaurita?e ora cosa ti senti?Be' dai,tira dritto,non sei sola..
# Cristiana 2011-09-30 08:36
Grazie Adelaide per il tuo commento.
So che non e' una scelta facile soprattutto con una famiglia a carico; anche io ho un figlio di 4 anni ma per fortuna non abbiamo affitti da pagare e mio marito lavora contento di quello che fa.
Per me il mio lavoro e' stato un ripiego dall'inizio...a vevo bisogno di essere economicamente indipendente dalla mia famiglia e la laurea presa era stata una grande delusione. Dal primo giorno di lavoro ho iniziato a pensare a quello che avrei potuto fare per cambiare, ma poi la gioia, dopo anni di reclusione passati tra studio e crisi esistenziali, di poter finalmente tutti i fine settimana andarmene in giro per monti con bici, sci, senza dover rendere conto a nessuno (o quasi..) e' stato per me fondamentale per andare avanti. Io non so ancora se sia la strada giusta ma sicuramente quella che lascio ormai mi va stretta. E' una decisione che ho un po' preso su due piedi pero' sono 15 anni che ci penso.... e sono 15 anni che mi impegno per la mia crescita interiore.
Un saluto e un augurio che tu possa innanzitutto trovare la tua strada interiore .

PER INSERIRE COMMENTI DEVI ESSERE ISCRITTO O ABBONATO.
TI RICORDIAMO CHE L'ISCRIZIONE E' GRATUITA!

Libri

Contengono alcune fra le risposte più significative del blog su amore, meditazione, realizzazione di sé, libertà dai condizionamenti.

Canzoni

Ascolta le nostre canzoni: un viaggio nel mondo delle emozioni e del pensiero umano alla ricerca del significato ultimo delle cose.

Iscriviti

Iscrizione gratuita e illimitata permette l'inserimento di commenti e la ricezione newsletter.