• Tramontobastia
  • Ragazze Danubio
  • Orologio Rovescio
  • Uomo Del Mare

Lettere e messaggi

Contadini dell'anima

Haly ha scritto: Vi spiego io come stanno le cose! Non c'è nessuna quiete interiore. Decidiamo noi della nostra vita e non serve nemmeno che ci sforziamo tanto perché prima o poi moriremo tuttiiiiiii!!!!, con tutto ciò che abbiamo costruito. Puf! Svanirà tutto nel nulla, e le persone care che ci lasceremo dietro prenderanno ciò che era nostro, magari distruggendolo. Evviva la sincerità. Il mondo è una merda e bisogna imparare a conviverci diventando furbi, altrimenti veniamo schiacciati dalla società come insetti! E non c'è tempo di pensare a cose infungibili perché perdiamo solo tempo. Questa è la mia filosofia di vita e a quanto pare funziona alla grande.

Pier ha risposto: Se in vita abbiamo saputo creare e amare, non distruggere e odiare, in morte, le persone care che ci lasceremo dietro continueranno il nostro disegno con i loro colori e talenti. Per me il mondo è un campo dove alcune persone fanno da merda, altre da semi: grazie a ciò la vita continua a piantare e far sbocciare i suoi fiori. La persona completa, però, trova dentro di sé i campi, la merda e i semi. Da buon contadino dell'anima li utilizza poi nel modo migliore per creare un giardino stupendo. Per il momento mi pare che tu veda solo la merda degli altri e non la tua, così il tuo giardino interiore ne risente, poco fertile perché privo di concime. Attenta poi alle parole perché sono boomerang.

 
Un saluto,
Pier

 

Tags: Riflessioni sulla vita

Per inserire i commenti vai a fondo pagina

Commenti   

# Maria 2010-04-29 14:11
Essere furbi non vuol dire pensare che il mondo è una merda e agire di conseguenza, ma essere furbi è prendersi le cose più belle che ci sono in questo mondo e ce ne sono un'infinità. E, appunto, se decidiamo noi della nostra vita, siamo noi che decidiamo di vederla in un certo modo o in un altro. E' giusto che prima o poi moriamo tutti e proprio per questo è meglio ricercare le cose belle che ci facciano stare bene e poi dipende solo da noi che persone abbiamo intorno e di solito il simile va con il simile. Io preferirei la quiete interiore, non puzza. ;-)
# renato farina 2010-04-29 14:47
...Haly, poveretto la colpa non è sua è un'amareggiato perchè è stato maltrattato da piccolo e sfoga la sua rabbia per non aver avuto un'infanzia felice, normale....
# Ivana 2010-04-29 21:42
Dadrim, non potevi dare una risposta migliore!;-)

E' troppo facile arrendersi, diventare acidi e vedere il male ovunque, è sempre colpa degli altri...
Supponiamo anche che il mondo sia veramente una "merda", ma perchè bisogna "conviverci"? Non sarebbe meglio per tutti quanti provare a migliorare questa società, invece di lamentarci sempre e non muovere un dito, addirttura incolpando gli altri!?
# davide-rosen 2011-10-24 20:54
Ognuno di noi da il meglio che può. Per noi stessi e per gli altri, dato che alla fine siamo tutti un'unica cosa . Per il resto, ognuno percorre la strada che gli è stata assegnata.

PER INSERIRE COMMENTI DEVI ESSERE ISCRITTO O ABBONATO.
TI RICORDIAMO CHE L'ISCRIZIONE E' GRATUITA!

Libri

Contengono alcune fra le risposte più significative del blog su amore, meditazione, realizzazione di sé, libertà dai condizionamenti.

Canzoni

Ascolta le nostre canzoni: un viaggio nel mondo delle emozioni e del pensiero umano alla ricerca del significato ultimo delle cose.

Iscriviti

Iscrizione gratuita e illimitata permette l'inserimento di commenti e la ricezione newsletter.