• Tramontobastia
  • Ragazze Danubio
  • Orologio Rovescio
  • Uomo Del Mare

Disagio interiore

Per vivere senza paura devi perdere

Le persone ci danno felicità nella misura in cui le amiamo. Se cerchi la felicità intesa come fuga dalla tua miseria, questa non è vera felicità ma pura e semplice fuga dalla realtà. Se guardi sempre più in profondità nei pensieri e nelle emozioni delle persone che ami o desideri, e progressivamente ti dimentichi di te stesso, dei tuoi bisogni superflui, delle tue paure di non essere confermato e desiderato, ecco che qualcosa di realmente nuovo lo puoi scoprire e comprendere. Non aspettare che gli altri ti cerchino, perché l’amore non è un poliziotto, non cerca chi si è nascosto o è stato sequestrato dalla sua stessa paura. Se esci allo scoperto puoi trovare ed essere trovato, ma se fai lo struzzo è più probabile che qualcuno ti dia un bel calcio nel sedere. Chiediti perché ti nascondi, ti metti in disparte, cosa fuggi e cosa pensi di ottenere fuggendo? Anzi non chiedertelo, ti chiedi già troppe cose inutili. Escia allo scoperto, ama, desidera, sbaglia..., meglio!

***

Se cerchi di capire la paura per eliminarla è la paura stessa che ti muove. Se vedi le tue paure con disincanto scopri che non v’era nulla di cui aver paura. La paura più grande la genera il desiderio di evitare qualcosa. Ma perché evitiamo qualcosa? Principalmente perché riteniamo che le cose debbano andare in un certo modo e non  in un altro. La paura è il frutto del desiderio o del convincimento. Tu vuoi questo o ritieni quello. Ciò che potrebbe impedirti di avere o di credere prima irrita, poi spaventa e alla fine terrorizza. Perché? Perché ciò che è fuori dai nostri schemi certamente accadrà. Se non domani poco più in là.  L’infinito non sa dell’esistenza della nostra piccola mente sognante e angosciata.

***

L’anima è dalla parte dell’infinito, e delle tue paure non è minimamente spaventata. Perché dovrebbe aiutarti a superare qualcosa che non ritiene un problema. Non chiedere all’anima ciò che non è un suo problema. Semmai inizia a guardare con i suoi occhi. Non ti pare? L’anima se c’è sei tu stesso. Come potrebbe essere altrimenti? Sii te stesso accogliendoti totalmente. Così ti scopri anima e non mente. La mente è un sogno parziale, l’anima una realtà totale. 

***

I pensieri in cui ti avvolgi, come tu stesso hai detto, sono lo strumento che meglio ti serve a rimanere dove sei, o meglio, dove non sei. Stai pensando a ciò che potrebbe non andare anziché vivere e scoprire cosa ti serve e cosa non ti serve, cosa ami e cosa odi, cosa senti reale e cosa ritieni fasullo. Se vivi senti e non pensi più tanto. Pensi troppe cose, e più pensi più hai paura che le cose non vadano come pensi! Smettila! Esci allo scoperto e offriti alla vita, alle relazioni, alla vera gioia come al vero dolore. 

Frammenti di dialogo

Tags: Aiuto psicologico

Per inserire i commenti vai a fondo pagina

PER INSERIRE COMMENTI DEVI ESSERE ISCRITTO O ABBONATO.
TI RICORDIAMO CHE L'ISCRIZIONE E' GRATUITA!

Libri

Contengono alcune fra le risposte più significative del blog su amore, meditazione, realizzazione di sé, libertà dai condizionamenti.

Canzoni

Ascolta le nostre canzoni: un viaggio nel mondo delle emozioni e del pensiero umano alla ricerca del significato ultimo delle cose.

Iscriviti

Iscrizione gratuita e illimitata permette l'inserimento di commenti e la ricezione newsletter.